Abolita la soglia minima di cambio dell’euro

16.01.15

L’abolizione della soglia minima di cambio dell’euro ha provocato turbolenze sui mercati finanziari.

La CPE segue una strategia d’investimento a lungo termine. La decisione monetaria della Banca nazionale svizzera (BNS) del 15 gennaio 2015 e le conseguenti turbolenze sui mercati finanziari colpiscono anche la CPE.

Le perdite a breve termine sugli investimenti corrispondono a circa il 2% del grado di copertura. Per tali ribassi sono disponibili tuttavia sufficienti riserve di oscillazione del valore. La strategia d’investimento a lungo termine della CPE rimane immutata.