Capitale di decesso e beneficiari

Quando un assicurato muore, i suoi superstiti ricevono in determinati casi un capitale di decesso. Verificate l’ordine dei beneficiari del capitale di decesso e, se lo desiderate, modificatelo.

Ammontare del capitale di decesso

Se la CPE non deve versare rendite per superstiti, il capitale di decesso per gli assicurati attivi e i beneficiari di rendite d’invalidità corrisponde all’avere di vecchiaia disponibile.

Se la CPE versa delle rendite per superstiti, nella maggiore parte dei casi non viene corrisposto alcun capitale di decesso perché l’avere di vecchiaia serve a finanziare le prestazioni a favore di coniugi, coniugi divorziati, conviventi e figli. Se l’avere di vecchiaia supera l’importo necessario al finanziamento delle rendite, la parte restante viene versata come capitale di decesso.

Avete effettuato dei versamenti? In questo caso il capitale di decesso corrisponde come minimo ai versamenti volontari effettuati durante l’ultimo rapporto di previdenza con la CPE. In altre parole: se doveste morire prima del pensionamento, questi versamenti (compresi gli interessi) vengono rimborsati ai vostri superstiti. La cosiddetta «restituzione» si applica ai riscatti volontari, ai rimborsi di prelievi anticipati per proprietà di abitazione e ai rimborsi in seguito a divorzio, che sono stati effettuati nell’ultimo rapporto di previdenza presso la CPE. Da questo importo vengono dedotti i prelievi anticipati per proprietà di abitazione, divorzio e pensionamento parziale (compresi gli interessi).

Modificare i beneficiari del capitale di decesso

Gli aventi diritto e l’ordine dei beneficiari sono stabiliti nel regolamento di previdenza (art. 18 cpv. 3).

Se desiderate modificare l’ordine dei beneficiari potete farlo in qualsiasi momento, entro determinati limiti, utilizzando il modulo «Modifica dei beneficiari del capitale di decesso». Questa comunicazione deve pervenire alla CPE quando siete ancora in vita. Se la CPE non riceve nessuna comunicazione si applica l’ordine a cascata previsto dal regolamento.

Convivete oppure avete persone a carico?  Se volete che il vostro compagno/la vostra compagna o altre persone al cui sostentamento contribuite in modo determinante ricevano il capitale di decesso alla vostra morte, dovete comunicarlo alla CPE quando siete ancora in vita con il modulo «Modifica dei beneficiari del capitale di decesso». Se la CPE non riceve una tale comunicazione quando siete ancora in vita, non verserà alcun capitale di decesso al vostro partner o alle persone a vostro carico.

Vi consigliamo di verificare l’ordine dei beneficiari soprattutto nei seguenti casi:

  • Non siete sposati e non avete figli.
  • Convivete con il vostro compagno/la vostra compagna.
  • Volete che il capitale di decesso non sia versato solo ai figli minorenni, ma anche a quelli adulti.
  • Avete una persona a carico, alla quale finanziate oltre il 50% del reddito e del sostentamento.