Chiusura annuale 2018 – un anno borsistico difficile

25.02.19

Dopo due anni di grande successo, nel 2018 la CPE Fondazione di Previdenza Energia ha ottenuto un rendimento negativo del meno 3,5% in un contesto di mercato difficile.

L’anno scorso ha dimostrato che i rendimenti negativi non sono un evento straordinario sulle borse. Un dato positivo, tuttavia, è che la CPE è riusciita per la quarta volta consecutiva a battere il benchmark, il cui rendimento è sceso al meno 3,8%.

Il grado di copertura della CPE è stato premuto al ribasso non solo dai rendimenti d’investimento negativi, ma anche dagli interessi del 2,5% sugli averi degli assicurativi attivi e dei beneficiari di rendite e dalla compensazione dell’abbassamento delle aliquote di conversione. Il grado di copertura della cassa di previdenza comune, che rappresenta circa il 80% del patrimonio di previdenza della CPE pari a 9,6 mrd. CHF, è sceso dal 116,5% a fine 2017 al 104,4% a fine 2018.

Nel gennaio 2019 la situazione è migliorata. Le azioni si sono nettamente riprese. Secondo calcoli previsionali, il grado di copertura della cassa di previdenza comune è salito il 31 gennaio 2019 al 107,6%.

Qui trovate le cifre al 31 dicembre 2018. Il rapporto di gestione 2018 esce il 24 aprile 2019.