Nuovi certificati di previdenza

19.11.19

Con il nuovo certificato di previdenza informiamo in questi giorni tutti gli assicurati attivi sulla loro situazione previdenziale a partire dal 1° ottobre 2019.

Dal 1° ottobre 2019 la CPE abbassa le aliquote di conversione. Questa misura è stata descritta in modo approfondito nel numero di dicembre 2018 di «esclusivo».

Le rendite di vecchiaia estrapolate nel nuovo certificato di previdenza tengono conto delle nuove aliquote di conversione. Se il piano di previdenza del vostro datore di lavoro prevede un aumento dei contributi di risparmio dal 1° gennaio 2020 come compensazione per l’abbassamento delle aliquote di conversione, anche questi sono presi in considerazione nell’estrapolazione.

La CPE aumenta del 13% gli averi di vecchiaia della maggior parte degli assicurati per ammortizzare la riduzione delle aliquote di conversione. Alcuni assicurati ricevono inoltre un versamento dal loro datore di lavoro. Se ricevete un tale versamento, lo trovate sul vostro nuovo certificato di previdenza.