Panoramica contributi e versamenti

Il contributo di base per la cassa pensione ammonta al 25% del vostro guadagno assicurato. Di questo 25% il datore di lavoro paga almeno il 60% (15% del guadagno assicurato). La percentuale a vostro carico corrisponde quindi al 40% (10% del guadagno assicurato). Se avete fra 18 e 24 anni di età, voi e il vostro datore di lavoro pagate solo un contributo di rischio del 2% del vostro guadagno assicurato. Anche questo contributo è pagato al 60% dal datore di lavoro.

A ogni aumento del salario aumenta anche il vostro guadagno assicurato. Di conseguenza devono essere versati dei contributi supplementari per finanziare le maggiori prestazioni assicurative. Questo è nel vostro interesse: la vostra rendita di vecchiaia aumenta di pari passo con il guadagno fino al momento del pensionamento. Anche sui contributi supplementari, il datore di lavoro paga almeno il 60%. Per i dipendenti più anziani, questa percentuale è addirittura più elevata. Per voi come dipendenti, il contributo supplementare è limitato al 90% dell'aumento del guadagno assicurato.

A destra trovate una panoramica dei contributi e dei versamenti volontari.

Contributi volontari
Riscatto nella cassa pensione