Panoramica contributi e versamenti

I contributi nella cassa pensione vi vengono dedotti ogni mese dal salario. Assieme ai contributi del datore di lavoro finanziano le vostre prestazioni di vecchiaia e di rischio (invalidità, decesso).

La CPE offre alle imprese diversi piani di previdenza. Questi piani si distinguono per l’ammontare dei contributi di risparmio e quindi per le prestazioni di vecchiaia dopo il pensionamento nonché per l’entità delle prestazioni di rischio invalidità e decesso.

I vostri contributi di risparmio e di rischio sono indicati nel piano di previdenza della vostra impresa e sono definiti in percentuale del vostro salario assicurato. Il datore di lavoro assume almeno il 50% dei contributi complessivi degli assicurati. Il piano di previdenza può essere richiesto presso il datore di lavoro o la CPE.

Volete risparmiare di più per la pensione?

Desiderate colmare una lacuna di previdenza ed aumentare la vostra futura rendita di vecchiaia dopo il pensionamento, risparmiando anche sulle imposte? A destra trovate una panoramica delle possibilità offerte dalla CPE.

I versamenti volontari nella CPE valgono la pena per tre motivi:

  1. I riscatti sono un investimento nella vostra previdenza perché aumentano le vostre prestazioni di vecchiaia.
  2. Pagate meno imposte. Il vostro reddito imponibile si riduce se effettuate il riscatto con il vostro patrimonio privato.
  3. In caso di decesso i riscatti effettuati durante l’ultimo rapporto di previdenza presso la CPE sono restituiti ai vostri superstiti.

Contributi volontari

Riscatto nella cassa pensione