Contributi volontari

Volete risparmiare di più per la pensione?

Potete versare dei contributi più elevati se questa possibilità è contemplata dal piano di previdenza della vostra impresa. Versando questi contributi supplementari aumentate la vostra futura rendita di vecchiaia del 2° pilastro e riducete il carico fiscale. Il contributo di risparmio volontario ammonta al 2% dopo i 25 anni oppure, a scelta, al 2% o 4% del vostro salario assicurato a partire da 45 anni.

In alternativa, dal 1° gennaio 2020, diversi piani di previdenza offrono la possibilità di versare i nuovi contributi di risparmio volontari del 2% e 5,5% da 25 anni.

Se in aggiunta al contributo previdenziale del vostro datore di lavoro e al vostro precedente contributo, desiderate versare dei contributi volontari, potrete usufruire dei seguenti vantaggi:

  • Il vostro avere di vecchiaia aumenta più rapidamente. La vostra futura rendita di vecchiaia sale.
  • Il vostro datore di lavoro attesta i contributi maggiorati nel certificato di salario. Il vostro salario netto imponibile si riduce.
  • Il contributo maggiorato vi viene dedotto automaticamente dal salario.

La condizione è che i contributi volontari di risparmio siano contemplati dal piano di previdenza del datore di lavoro. Se non avete il piano di previdenza a portata di mano, potete richiederlo alla CPE o al datore di lavoro.

Simulazione CPE

Calcolate le prestazioni derivanti dai contributi di risparmio volontari con CPE Simulazione.

Volete modificare il contributo di risparmio volontario per il prossimo anno civile? In questo caso comunicateci entro il 10 dicembre il contributo di risparmio volontario che desiderate versare l’anno prossimo utilizzando il modulo «Contributi di risparmio volontari dei dipendenti» oppure online con CPE Simulazione.

Contributi e versamenti

Simulazione

Simulazione

Calcolate i vostri contributi e le future prestazioni. Modificate l'ammontare del vostro contributo di risparmio volontario.>>