Newsroom

18.02.20 - Standard-News

Chiusura annuale 2019 – eccellente anno borsistico

Nell'esercizio 2019 la CPE ha registrato un rendimento del 12,3% conseguendo così un'ottima performance. Quasi tutte le categorie d'investimento hanno contribuito a tale successo. Il grado di copertura della cassa di previdenza comune è così salito dal 104,4% a fine 2018 al 109,2% il 31 dicembre 2019. continua
18.02.20 - Standard-News

Nuovi certificati di previdenza

La CPE ha inviato i certificati di previdenza ai 16 400 assicurati attivi. continua
11.12.19 - Standard-News

Il nuovo «esclusivo»

È uscito il nuovo numero di «esclusivo». Vi troverete articoli interessanti su temi di attualità. continua
19.11.19 - Standard-News

Nuovi certificati di previdenza

Con il nuovo certificato di previdenza informiamo in questi giorni tutti gli assicurati attivi sulla loro situazione previdenziale a partire dal 1° ottobre 2019. continua
19.11.19 - Standard-News

Nuovi video esplicativi

Abbiamo preparato per voi due nuovi video concisi e informativi. continua
19.11.19 - Standard-News

Come risparmiare di più per la pensione

Versando dei contributi volontari potete aumentare la vostra futura rendita di vecchiaia e ridurre il carico fiscale. continua
24.04.19 - Standard-News

Pubblicato il rapporto di gestione 2018

Il nuovo rapporto di gestione della CPE Fondazione di Previdenza Energia vi informa in modo dettagliato sull'esercizio 2018. Il rapporto in forma abbreviata presenta le principali informazioni in modo succinto. continua
25.02.19 - Standard-News

Chiusura annuale 2018 – un anno borsistico difficile

Dopo due anni di grande successo, nel 2018 la CPE Fondazione di Previdenza Energia ha ottenuto un rendimento negativo del meno 3,5% in un contesto di mercato difficile. continua
08.02.19 - Standard-News

Nuovi certificati di previdenza

In questi giorni gli assicurati attivi ricevono il loro nuovo certificato di previdenza. continua
13.12.18 - Standard-News

Rendite eque per tutte le generazioni

L'aliquota di conversione della CPE per il pensionamento a 65 anni scende gradualmente dall'attuale 5,65% al 5,0%. Ciò assicura una maggiore equità tra le generazioni, ma provoca anche un calo delle rendite. continua