Glossario sulla previdenza professionale

Qui sono spiegati alcuni dei termini più diffusi nella previdenza professionale. Le voci sono riportate in ordine alfabetico.

Aliquota di conversione

Questo parametro viene utilizzato in una cassa a primato dei contributi per calcolare la rendita annua di vecchiaia di una persona in base all’età e al capitale di risparmio al momento del pensionamento.

Avere di vecchiaia

Somma degli accrediti annuali di vecchiaia, nonché dei versamenti e degli acquisti, incl. interessi. A norma della LPP, l’ammontare degli accrediti di vecchiaia dipende dall’età ed è espresso in percentuale del salario assicurato.

Benchmark

Parametro di riferimento, in base al quale si misura la performance (rendimento) di un investimento, di una categoria d’investimento o dell’intero patrimonio. Come benchmark si utilizzano per esempio indici obbligazionari e azionari, che rispecchiano l’evoluzione dei rendimenti sui mercati obbligazionari e azionari.

Capitale di previdenza

Corrisponde alla somma dei capitali di previdenza degli assicurati attivi e dei beneficiari di rendite, più gli accantonamenti tecnici.

Conto testimonio

Conto che aiuta a dimostrare il rispetto delle disposizioni minime della LPP attraverso la gestione di conti vecchiaia individuali secondo le norme LPP.

Copertura valutaria

I tassi di cambio sono soggetti a oscillazioni. Gli investimenti in valuta estera sono pertanto esposti a maggiori fluttuazioni del valore rispetto agli investimenti paragonabili in franchi svizzeri. Per assorbire questo rischio aggiuntivo, si possono effettuare operazioni di copertura valutaria (hedge sui cambi).

Customized benchmark

Benchmark composto da singoli indici ed adeguato alla strategia d’investimento.

Derivati

Contratti o prodotti finanziari il cui valore deriva dal prezzo di uno strumento sottostante. Gli strumenti sottostanti possono essere azioni, obbligazioni, divise, merci (commodity) e tassi di riferimento (tassi d’interesse, indici di borsa, valute, ecc.).

Destinatari

Concetto che ingloba assicurati attivi e beneficiari di rendite (uomini e donne).

Esposizione

Indica in quale misura il portafoglio complessivo dipende dal rischio di variazione del valore di una determinata categoria d’investimento. A causa dell’effetto leva dei derivati, l’esposizione di una categoria d’investimento è diversa dal suo valore  di bilancio. I derivati che aumentano l’impegno (vendita di opzioni put, acquisto di opzioni call, acquisto di future) provocano un’esposizione maggiore rispetto al valore di bilancio. I derivati che riducono l’impegno (acquisto di opzioni put, vendita di opzioni call, vendita di future) producono un’esposizione più bassa rispetto al valore di bilancio.

Fondazione collettiva

È un insieme di casse pensioni finanziariamente indipendenti e con un proprio grado di copertura, che includono una o più imprese.

Fondo di garanzia

Garantisce le prestazioni legali, entro determinati limiti anche quelle sovraobbligatorie, di istituti di previdenza insolventi e fornisce sussidi a istituti di previdenza con una struttura d’età sfavorevole.

Global Custodian (banca depositaria)

È incaricato della custodia globale e centralizzata e dell’amministrazione tecnica  dei valori patrimoniali. La gestione economica (portfolio management) è assicurata in modo possibilmente indipendente dal Global Custodian. Il grande vantaggio del ricorso a un Global Custodian risiede nel fatto che si dispone in qualsiasi momento delle informazioni complete sul patrimonio.

Grado di copertura

Il grado di copertura tecnico denota il rapporto tra il patrimonio netto disponibile e il capitale di previdenza necessario.

Hedge fund

Gli hedge fund sono fondi d’investimento che perseguono diverse strategie d’investimento. Il concetto è in un certo senso fuorviante perché di norma non vi è copertura («hedge»). Gli elementi che contraddistinguono gli hedge fund sono un basso livello di regolamentazione,  l’obiettivo di ottenere rendimenti assoluti e, di norma, commissioni elevate (in  funzione della performance).

Investimenti alternativi (investimenti non tradizionali)

Strumenti d’investimento che riguardo alle proprietà di rendimento e rischio hanno un comportamento diverso dalle categorie tradizionali come azioni, obbligazioni o investimenti monetari. A titolo di esempio possiamo citare le materie prime (commodity), private equity o hedge fund.

LPP

Legge federale del 25 giugno 1982 sulla previdenza professionale per la vecchiaia,  i superstiti e l’invalidità, in vigore dal 1985.

LPP 2010

Basi tecniche per il calcolo degli impegni nella previdenza professionale.

Net asset value

Valore intrinseco di una quota; corrisponde al patrimonio netto diviso per il numero delle quote in circolazione.

OPP2

Seconda ordinanza del Consiglio federale sulla LPP.

Patrimonio previdenziale

Corrisponde alla somma di bilancio fatta deduzione dei debiti verso terzi.

Performance

Rendimento di un investimento, inclusi i proventi distribuiti (e reinvestiti) e gli incrementi di valore.

Prestazione di libero passaggio

Prestazione d’uscita, ovvero totale dei contributi dei datori di lavoro e dei lavoratori più somme di riscatto, ma senza contributi di rischio, inclusi gli interessi. È la prestazione che in caso di cambiamento di posto di lavoro viene trasferita al nuovo istituto di previdenza.

Primato dei contributi

Nel primato dei contributi, le prestazioni vengono calcolate in base ai contributi versati, incl. gli interessi. L’importo dei contributi è noto, mentre l’ammontare  delle prestazioni è difficile da prevedere con precisione a causa degli sviluppi futuri (per esempio l’evoluzione dei salari).

Primato delle prestazioni

Definisce in anticipo la prestazione di vecchiaia / rischio in percentuale del salario assicurato. Su questa base si calcola  l’importo dei contributi degli assicurati e del datore di lavoro. In caso di aumento di salario si devono di norma versare dei contributi suppletivi.

Private Equity

Investimenti in imprese (di regola non quotate in borsa) allo scopo di favorirne la fondazione e/o la crescita  oppure per risolvere i loro problemi di successione  o proprietà.

Promozione della proprietà d’abitazioni (PPA)

Prelievo anticipato o costituzione in pegno degli averi presso la cassa pensione per finanziare la proprietà di un’abitazione a uso proprio.

Rendimento teorico

Corrisponde al rendimento medio annuo che deve essere ottenuto sul patrimonio previdenziale affinché l’istituto di previdenza possa mantenere o raggiungere l’equilibrio finanziario e assolvere ai suoi impegni correnti di erogazione delle prestazioni finanziarie.

Riserva dei contributi dei datori di lavoro

Conto vincolato del datore di lavoro presso l’istituto di previdenza, che può essere utilizzato esclusivamente per pagamenti del datore di lavoro a scopo previdenziale.

Riserva di fluttuazione

Serve a compensare le perdite di valore sul patrimonio investito e rappresenta i «fondi propri» necessari dal punto di vista economico-aziendale. La costituzione  della riserva di fluttuazione deve avvenire  in base al rischio.

Securities lending

È un prestito di titoli dietro compenso, in cui i titoli concessi in prestito sono garantiti con valori patrimoniali depositati. Il prestatore (lender) partecipa ai diritti patrimoniali anche durante il prestito.

Somma di riscatto

Importo con il quale si riscattano le lacune nella previdenza dovute ad aumenti  salariali o ad anni assicurativi mancanti.

Swiss GAAP FER 26

La sigla si riferisce alle regole elaborate  dalla Commissione per le raccomandazioni relative alla presentazione dei conti (FER)  e relative ai cosiddetti principi di contabilità  e rendiconto generalmente riconosciuti
«Generally Accepted Accounting Principles» (GAAP) per gli istituti svizzeri di previdenza.

Tasso tecnico

Serve ad attualizzare i pagamenti futuri in un determinato periodo. In una cassa a primato delle prestazioni corrisponde al tasso d’interesse che è calcolato nella tariffa e viene corrisposto sul capitale di previdenza degli assicurati attivi e dei beneficiari di rendite; il suo ammontare dipende essenzialmente da ipotesi sui  rendimenti che possono essere ottenuti  a lungo termine sui mercati dei capitali.

Tavole di mortalità

Le tavole di mortalità, dette anche semplicemente tavole, indicano i valori statistici relativi alla probabilità di decesso. Si distingue tra tavole periodiche e tavole generazionali. Le tavole periodiche non tengono conto del fatto che in futuro la speranza di vita sarà probabilmente più lunga. Le casse pensioni costituiscono un accantonamento per questo rischio. Le tavole generazionali usano invece un modello che include il futuro aumento della speranza di vita. Di conseguenza ogni classe di età ha una speranza di vita diversa. Secondo gli esperti, le tavole generazionali sono quindi una base più affidabile.

Total Expense Ratio (TER)

Corrisponde alla percentuale dei costi annui di gestione e amministrazione di un fondo in rapporto al patrimonio investito. Questo parametro offre trasparenza agli investitori e permette un paragone dei costi. Moltiplicando il TER (in %) con il suo patrimonio investito in un investimento collettivo si ottengono i costi TER in CHF per quell’investimento.

Versamento compensativo

Le imprese possono effettuare dei versamenti compensativi per attutire le perdite di prestazioni dovute all'abbassamento dell'aliquota di conversione o le conseguenze di un cambiamento di istituto di previdenza. I versamenti compensativi possono essere accreditati agli assicurati immediatamente, sull'arco di un determinato periodo o in caso di prestazione. Se un assicurato lascia Ia CPE, le rate non ancora acquisite confluiscono, a seconda della loro origine, nella riserva dei contributi dei datori di lavoro o nella riserva di fluttuazione.